Olanda

Olanda

L’Olanda si estende su una superficie di circa 41.526 kmq ed ha una popolazione di circa 16.829.000 abitanti. La lingua ufficiale è l’olandese e la moneta ufficiale è l’euro. Olanda è suddivisa in 12 regioni che a loro volta sono divise in municipi.

Ordinamento politico

L’Olanda è una monarchia parlamentare in cui il potere esecutivo è affidato al Governo. Il Parlamento è suddiviso in due camere, Alta e Bassa, ed ha poteri ridotti.

Sistema bancario

Tra istituti di credito e filiali di banche estere si contano circa 140 banche. La maggior parte delle bancheè iscritta alla NBV (Associazione Bancaria Olandese) che le tutela e le rappresenta.

Sistema fiscale

In Olanda vige il principio del worldwide taxation. Ossia le persone fisiche residenti sono tassate sul reddito conseguito e ovunque prodotto. Al contrario le persone fisiche non residenti, sono tassate soltanto sui redditi di fonte olandese quali, ad esempio, i redditi che derivano da partecipazioni qualificate in società residenti nei Paesi Bassi.
Il sistema tributario olandese comprende imposte dirette e indirette. Rientrano nelle imposte dirette l’imposta sui redditi (inkomstenbelasting) che include: l’imposta sui redditi da lavoro dipendente (loonbelasting) e l’imposta sui redditi delle persone giuridiche (vennootschapsbelasting). Tra le imposte indirette rientrano: l’imposta sulle successioni e donazioni (successie en schenkingsrecht), le accise sugli alcolici (accijns op alcoholhoudende dranken) le imposte sull’importazione di taluni beni, l’Iva (omzetbelastingbelasting over de toegevoegde waarde), l’imposta sull’acquisto di immobili (overdrachtsbelasting) ed infine alcune imposte minori quali quelle sui tabacchi lavorati, sui prodotti energetici e sull’elettricità.

Tassazione delle persone giuridiche

L’imposta sul reddito delle società è applicata agli utili di società quali le società per azioni (NV) e le società a responsabilità limitata (BV). Fondazioni e associazioni possono anche essere soggetti d’imposta, se esercitano attività d’impresa. Le aliquote dell’imposta sul reddito societario nei Paesi Bassi sono del 20% e del 25%.

Con un reddito imponibile fino a 200.000 euro l’aliquota è ridotta ed è del 20%. Se il reddito imponibile supera i 200.000 euro l’aliquota è del 25%. Da sottolineare che le aliquote sono applicate per scaglioni di reddito. Di conseguenza una società con un reddito imponibile di 250.000 euro viene tassata con il 20% sui primi 200.000 euro e con il 25% sui rimanenti 50.000 euro.

Tassazione delle persone fisiche

Il sistema della tassazione dei redditi personali in Olanda è denominato “Box System”. I redditi sono divisi in tre categorie chiamate “box” ciascuna con una specifica tassazione.

Box 1 – reddito imponibile da lavoro e da casa di proprietà. In questa categoria rientrano i reddito da lavoro dipendente (ad esempio salari o profitti aziendali) e redditi da locazione tassati con aliquote progressive. Le aliquote fiscali suddivise per scaglioni di reddito sono:

Redditi Tassazione in percentuale Assicurazione nazionale Totale
fino a  € 19,645 8.35% 28.15% 36.25%
da € 19,646  a € 33,363 13.85% 28.15% 42.00%;
da  € 33,864 a € 56,531 42.00% 0.00% 42.00%;
oltre € 56,532 52.00% 0.00% 52.00%

Box 2 – reddito di capitale. Vi rientrano i contribuenti titolari di almeno il 5% delle azioni di una società, opzioni o certificati di partecipazione agli utili. I proventi appartenenti a tali tipologie reddituali sono tassati al 25%.

Box 3 – reddito imponibile da risparmio e investimenti. Per questa terza categoria l’Amministrazione fiscale presuppone che risparmio e investimenti abbiano un rendimento del 4% che è tassato con una flat tax del 30%.

IVA
Sono soggetti passivi Iva tutti i soggetti che esercitano un’attività economica in maniera indipendente. L’imposta si applica su una base imponibile costituita dal corrispettivo delle cessioni di beni e prestazioni di servizi con le seguenti aliquote:

  • aliquota standard 21%;
  • aliquota ridotta 6%, prevista per cessioni di specifici articoli, quali generi alimentari, prodotti      farmaceutici, libri e giornali;
  • aliquota zero per esportazioni e cessioni intracomunitarie.

Agevolazioni statali
Una delle ragioni che attira molte aziende estere in Olanda è il regime di esenzione dei dividendi.
In linea di principio i dividendi di una società residente o non residente in Olanda sono soggette al pagamento di imposta. In base alla legge vigente da gennaio 2010, l’esenzione sul reddito da partecipazioni è applicabile se si verificano entrambe le seguenti condizioni:

  1. la società olandese mantiene almeno il 5% del capitale della sussidiaria o il 5% del diritto di voto. In questo caso la sussidiaria deve essere stabilita in uno stato dell’Unione Europea e gli accordi fiscali con lo stato considerato devono prevedere la riduzione dell’imposta sui dividendi sulla base del diritto di voto;
  2. la partecipazione è mantenuta per solide ragioni legate agli affari, ovvero per effettive ragioni commerciali, e non come portafoglio di investimenti.

L’esenzione sui dividendi è ancora applicabile anche se manca il secondo requisito quando si verifichi almeno una delle seguenti condizioni:

  1.  meno del 50% delle attività di bilancio consiste in un semplice portafoglio di investimenti, ossia non deve essere detenuta con finalità di investimento passivo, ma esercitare un’attività finanziaria concreta;
  2. più del 50% della sussidiaria è formata da portafoglio di investimenti ma essa è tassata nel suo stato di residenza con una aliquota fiscale non inferiore al 10%.

La legislazione olandese offre notevoli agevolazioni, qualora l’azienda decida di investire per il proprio sviluppo e per iniziative sostenibili quali la compravendita di beni che riguardano l’ambiente, o l’energia. Queste iniziative sostenibili si dividono in tre categorie:

  • investimenti su piccola scala;
  • investimenti ambientali;
  • investimenti Energetici.

Manodopera e sistema previdenziale
Il costo del personale in Olanda varia per categorie dei dipendenti: un operaio percepisce da € 1.650 a € 2.100; un impiegato percepisce da € 2.300 a € 2.500, mentre un dirigente da € 5.000 a € 9.00.
Tutti gli individui che lavorano in Olanda sono soggetti al sistema di sicurezza sociale olandese. Ci sono due tipi di regimi previdenziali obbligatori in Olanda: uno che si applica a tutta la popolazione in generale ed uno per i dipendenti.
Il sistema di assicurazione nazionale copre praticamente tutte le persone che vivono e che lavorano in Olanda. I contributi previdenziali versati dai dipendenti comprendono:

  • Legge sulle pensioni (AOW) – 17,9%;
  • Legge sulle persone a carico (ANW) – 0.60%;
  • Sistema sanitario a lungo termine (WLZ) – 9,65%;
  • Benefici per i bambini (AKW) – 0,00%.
    Totale 28,15%

I contributi versati dai datori di lavoro comprendono:

  • Legge sul lavoro e reddito in base alla capacità di guadagno (WIA) – 5,25%;
  • Assicurazione contro la disoccupazione (WW) – 2,07%

Ogni datore di lavoro deve versare anche un contributo legato alla assicurazione sanitaria che è pari al 6,95% del reddito ed è dovuto fino ad un reddito di € 51.976.

Costituzione societaria
La legislazione olandese viene incontro all’imprenditore proponendo una legislazione e un apparato burocratico snello, riducendo i tempi di attesa con infrastrutture e scelte logistiche all’avanguardia. Le forme societarie più comuni in Olanda sono:

Ditta individuale (Eenmanszaak): è una forma di impresa molto semplice e non ha bisogno di atto notarile. E’ sufficiente l’iscrizione al registro delle imprese Olandese. Questa forma di impresa permette di assumere personale. L’imprenditore è responsabile con tutto il suo patrimonio personale per le obbligazioni della impresa. Con questa forma di impresa si ha diritto alla pensione minima, ma è possibile integrarla con un piano pensionistico.

Società in nome collettivo (Vennootschap Onder Firma): questa forma societaria prevede l’associazione di due o più persone. Si può costituire con o senza atto notarile, prevedendo che i soggetti partecipanti apportino denaro o altri beni all’interno della società. Non è previsto alcun capitale minimo.
I creditori della società si dovranno soddisfare prima sui beni della società e – in caso di non sufficienza – possono soddisfarsi con i beni personali dei soci.

Società in accomandita semplice (De Commanditaire Vennootschap): è composta da uno o più soci che si occupano dell’amministrazione, e altri che sono coinvolti soltanto a livello di apporto. Non c’è bisogno di un contratto di costituzione ma la prassi seguita è quella di mettere in chiaro per iscritto le regole da seguire. Il socio amministratore è responsabile per i debiti della società anche con il suo patrimonio personale. Il socio di capitale – in olandese “il socio silenzioso” – è come detto responsabile solo per il capitale versato.

Società a responsabilità limitata (Besloten Vennootschap): può essere costituita sia da una sola persona sia da più soci. In questa forma societaria si può assumere un manager esterno. Per la costituzione di tale società c’è bisogno dell’atto notarile. Con la legge vigente dal 1° ottobre 2012 “Istituto della Flex – BV” è possibile fondare una BV con 0,01 euro. La BV è una vera e propria persona giuridica, per cui i soci rispondono per le obbligazioni sociali unicamente con il capitale conferito. La BV è soggetta all’obbligo di tenere le scritture contabili. L’amministratore della BV può non essere di nazionalità olandese, e può non essere residente in Olanda. Esiste per legge una limitazione alla circolazione del capitale, dato dall’obbligo di rispettare il diritto di prelazione dei soci.

Società per azioni (Naamloze Venootschap): come per le BV il capitale è rappresentato da azioni, ma a differenza della BV, il capitale sociale minimo richiesto è di 45.000 euro e le azioni possono essere liberamente trasferibili ad altri soggetti. Le società per azioni sono utilizzate solitamente da aziende di grosse dimensioni che utilizzano le azioni come strumento finanziario accessorio a quello di debito. I possessori delle azioni non hanno l’obbligo di essere iscritti in un registro.

S.E (European Company): è una forma giuridica per imprese che svolgono attività internazionale e sono presenti in qualsiasi località europea. Il capitale sociale minimo richiesto è di 120.000 euro, ed è diviso in azioni. La costituzione di questa forma di società è possibile tramite: fusione, la creazione di una Holding, la trasformazione di una precedente società. La S.E è regolata da una norma europea che impone che le persone o società di persone non possono creare una S.E, e qualora le regole europee non sono applicabili, si fa riferimento alla legislazione relativa alle società per azioni. La struttura della S.E può avere sia un’organizzazione unitaria, dove gli amministratori si occupano della gestione operativa su base giornaliera, mentre i supervisori di quella a lungo termine, sia duale dove i compiti degli amministratori e degli organi dei supervisori sono assolutamente separati.

Il regime di responsabilità degli amministratori (Bestuurdersaansprakelijkheid): Il legislatore ha ritenuto di tutelare i creditori sociali, espandendo l’ambito di responsabilità patrimoniale dell’amministratore di società con regimi a responsabilità limitata qualora sia chiaramente configurabile una colpa oggettiva. Lo stesso dicasi per il caso di amministratori investiti di potere decisionale e responsabili del regime di tassazione riguardante l’attività d’impresa.
Secondo la legge Olandese, una volta che si è nominati amministratori, poco importa se non si svolgono funzioni finanziarie. Basta il deposito della nomina nel registro delle imprese per divenire responsabili. E in taluni casi, anche senza iscrizione, il solo essere amministratore di fatto dell’impresa rende responsabile nei confronti degli atti intrapresi in nome della società. In particolare l’amministratore è responsabile qualora la società da lui rappresentata non possa pagare imposte governative quali le seguenti:

  • imposte sul reddito;
  • premi assicurativi e a fondi pensionistici;
  • accise;
  • tasse che si riferiscono all’alcool e il gioco d’azzardo;
  • IVA.
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+