Romania

BALCANI
Secondo la nostra esperienza e le nostre ricerche in materia di investimenti esteri, i paesi balcanici offrono molte opportunità di sviluppo economico, soprattutto per le piccole/medie imprese. Oltre alla posizione geografica strategica – i Balcani sono il ponte che collega i paesi dell’ovest e dell’est Europa – questi paesi hanno dei sistemi tributari e previdenziali molto convenienti con agevolazioni fiscali per le imprese investitrici. Inoltre il costo della manodopera è molto concorrenziale e la costituzione societaria è regolata da leggi conformi a quelle europee.
Di seguito indichiamo in sintesi le opportunità oggi offerte dalla Romania.

                                                                             ROMANIA
La Romania è situata nell’Europa Centro Orientale. Ha una popolazione di 20.121.641 abitanti ed si estende su una superficie di 238.391 km2. La sua capitale è Bucarest, la moneta ufficiale è il Leu romeno. La Romania è una Repubblica semipresidenziale, membro dell’UE dal 1 gennaio 2007.

Sistema tributario
La legge n. 571/2003 “Codice Fiscale Romeno” regolamenta:

Imposte dirette:
1. Imposte sul reddito di impresa;
2. Imposte sul reddito delle persone fisiche;
3. Imposte sui redditi dei non residenti.

Imposte indirette
1. Iva;
2. Accise;

Imposte e tasse locali.

Il sistema fiscale rumeno ha adottato dalla riforma del 2005 una tassazione sui redditi con aliquota unica del 16%, la cosiddetta flat tax. Questa aliquota viene applicata sia ai redditi d’impresa sia ai redditi delle persone fisiche. In particolare, per quanto riguarda le persone fisiche, se residenti (cioè soggiornano per più di 183 giorni l’anno in Romania) sono assoggettate a tassazione su tutti i redditi ovunque prodotti; altrimenti sono tassate limitatamente ai redditi prodotti nel territorio dello Stato.
Per quanto riguarda la tassazione degli altri redditi, si veda la tabella che segue.

Dividendi
• 16% ritenuta standard
• 0% in caso di distribuzione a persone giuridiche UE o romene che abbiano detenuto almeno il 10% del capitale per un periodo di almeno 1 anno, alla data del pagamento.

Royalties e interessi
• 16% ritenuta standard
• 0%: se il beneficiario effettivo è una persona giuridica residente in UE che abbia detenuto almeno il 25% del capitale per almeno 2 anni, alla data del pagamento.

Servizi                                                                                                                                                                          • 16 % ritenuta standard consulenza, marketing, assistenza tecnica, R&D, servizi professionali

Capital Gains – PEX
• 16% ritenuta standard
• 0% in caso di cessione delle partecipazioni a persone giuridiche romene che sono detenute per almeno il 10% del capitale per un periodo di almeno 1 anno, alla data del pagamento

L’aliquota ordinaria dell’imposta sul valore aggiunto (IVA) del 24% colpisce tutte le cessioni di beni e le prestazioni di servizi, ad eccezione di quelle in regime di esenzione.
Vi sono poi due aliquote ridotte al 9% ed al 5%. L’aliquota ridotta al 9% si applica ad alcune fattispecie espressamente previste dalla legge (es. farmaci, libri, ingressi ai musei, servizi alberghieri, ed altro).
Le esportazioni e le cessioni intracomunitarie di beni sono esenti da Iva. Tra le altre esenzioni figurano i servizi sociali, sanitari, educativi e alcune transazioni immobiliari.

Costo del lavoro
Lo stipendio medio in Romania (art. 16 L. 340/2013), è € 515 lordi (2.298 Lei lordi), ossia € 364 netti (1.627 Lei netti). I contributi per la previdenza in Romania sono obbligatori e sono suddivisi tra il datore di lavoro e il dipendente.
Il contributo a carico del dipendente è pari al 16,5% ed è suddiviso in:
– Contributo per la pensione e invalidità 10,5%
– Fondo disoccupazione 0,5%
– Assicurazione sanitaria 5,5%

A carico del datore di lavoro il contributo è del 27,75% suddiviso in:
– Contributo per la pensione e invalidità 20,8%
– Fondo disoccupazione 0,5%
– Assicurazione sanitaria 5,2%
– Fondo garanzia 0,25%
– Congedo medico 0,85%
– Incidenti sul lavoro 0,15%

Fondi europei e agevolazioni

Per la riduzione delle disparità regionali, l’Unione Europea ha adottato per il periodo 2014–2020 la Politica di Coesione che attraverso il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR), il Fondo Sociale Europeo (FSE) ed il Fondo di Coesione (FC) finanzierà:

• l’investimento per la crescita economica e dei posti di lavoro” (finanziato da tutti i fondi menzionati);
• la “Cooperazione Territoriale Europea” (finanziato dal FESR).
I fondi strutturali destinati alla Romania saranno circa 22 miliardi di euro e – in aggiunta a tali fondi – la Romania riceverà altri 7 miliardi di euro per il Fondo Europeo per Agricoltura e Sviluppo Rurale.

Un altro bando che risulta attualmente aperto è il Bando CIP (Competitiveness and Innovation Framework Program).
L’obiettivo di questo bando è quello di promuovere i progetti di prima applicazione o replica sul mercato di tecniche, prodotti, processi e servizi che siano innovativi a livello europeo dal punto di vista ecologico. L’eco-innovazione proposta deve essere stata già dimostrata dal punto di vista tecnologico.

Settori prioritari
I progetti devono riguardare e ricadere nelle priorità tematiche:
– riciclo dei materiali;
– edilizia e costruzioni sostenibili;
– industria dei prodotti alimentari e bevande;
– settore idrico;
– business verde.

Agevolazione: contributo a fondo perduto che copre fino al 50% dei costi ammissibili del progetto.
Attività e Spese ammissibili: sono considerati ammissibili progetti che prevedano attività di divulgazione, diffusione e promozione sul mercato dell’eco-innovazione e in parte minoritaria, anche attività di sperimentazione ultima del prototipo finale.
I costi ammissibili, direttamente collegati con l’azione innovativa, sono quelli di:
• personale
• consulenze esterne
• viaggi e trasferte
• attrezzature, impianti e macchinari (ammortamento)
• costi di divulgazione e pubblicità e promozione
• business plan
• licenze e brevetti
• spese generali.

Costituzione societaria

La normativa vigente relativa alla costituzione ed all’attività delle aziende è la Legge 31/1990, modificata ed aggiornata con le Leggi n. 302/2005, n. 164/2006, n. 441/2006, n. 516/2006, e le Ordinanze Governative di Urgenza n. 82/2007 e n. 52/2008.
Le società commerciali possono essere costituite in una delle seguenti forme:

  1. società in nome collettivo (Societate in nume colectiv): le obbligazioni sociali sono garantite dal patrimonio sociale e dalla responsabilità illimitata e solidale di tutti i soci;
  2. società in accomandita semplice (Societate in comandita simpla): le obbligazioni sociali sono garantite dal patrimonio sociale e dalla responsabilità illimitata e solidale dei soci accomandatari. I soci accomandanti rispondono soltanto nella misura del loro conferimento;
  3. società per azioni (Societate pe actiuni, S.A.): le obbligazioni sociali sono garantite dal solo patrimonio sociale. Gli azionisti sono obbligati soltanto al pagamento delle loro azioni. Capitale sociale minimo: 90.000 lei (€ 20.000); azioni: nominali o al portatore; numero minimo dei soci: 2. Il sistema amministrativo prevede:
    – sistema monistico (Consiglio di Amministrazione);
    – sistema dualistico (con Direttore e Consiglio di Sorveglianza).
  4. società in accomandita per azioni (Societate in comandita pe actiuni): il capitale è diviso in azioni e le obbligazioni sociali sono garantite dal patrimonio sociale e dalla responsabilità illimitata e solidale dei soci accomandatari. I soci accomandanti sono obbligati soltanto al pagamento delle proprie azioni.
  5. società a responsabilità limitata (Societate cu raspundere limitata; S.R.L.): le obbligazioni sociali sono garantite dal solo patrimonio sociale. Isoci sono obbligati soltanto al pagamento delle quote sociali. Capitale sociale minimo: 200 lei (€ 45); numero soci: da 1a 50; se l’atto costitutivo non prevede diversamente, l’Assemblea Generale delibera con i voti che rappresentano la maggioranza assoluta dei soci e delle quote sociali.

La documentazione necessaria che deve essere presentata al Registro di Commercio per la costituzione di una società commerciale in Romania riguarda:

    • verifica della disponibilità del nome della società e riserva dello stesso. Questa riserva è anche necessaria per stipulare il contratto di fitto della sede legale;
    • contratto di affitto o di comodato per la sede legale e la Carta Fondiaria valida;
    • atto costitutivo;
    • ricevuta che prova il deposito del capitale sociale. Se l’apporto del capitale sociale sarà fatto in natura, i soci dovranno presentare i documenti dai quali risulta che sono proprietari dei beni oggetto dell’apporto. Al momento della costituzione della società si versa una somma simbolica; successivamente si apportano i beni diversi dal denaro che – se apportati in fase di costituzione – devono essere oggetto di perizia, se invece sono inseriti nell’aumento di capitale sono valorizzati dai soci che ne deliberano la rispondenza;
    • in caso di cittadino non residente in Romania è necessario il certificato del casellario giudiziario rumeno per ogni socio e/o amministratore, mentre nel caso di un cittadino rumeno è sufficiente una dichiarazione di onorabilità sotto la propria responsabilità e firmata dinanzi al notaio per ogni socio e/o amministratore;
    • modello firma per ogni amministratore. Inoltre, in Romania non è più possibile la sovrapposizione di più sedi, ovvero domiciliare la sede di una società in uno studio, essendo richiesta che sia realizzato fisicamente almeno un ufficio. In caso di soci persone fisiche straniere, sono anche necessari: fotocopia della carta d’identità o passaporto;

In caso di soci persone giuridiche straniere, sono necessari:

  • documento con il quale si attesta l’esistenza legale della persona giuridica rilasciato dalla camera di commercio territoriale o da altra autorità similare;
  • decisione dell’assemblea generale dei soci o altri organismi similari;
  • certificato di onorabilità commerciale rilasciato dalla camera di commercio territoriale;
  • procura speciale.

Le spese per la costituzione di una società in Romania sono circa € 600.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+